MEDICI DI FAMIGLIA: QUANDO LA FESTA “RADDOPPIA”

E’ inconcepibile che la convenzione che regola il rapporto contrattuale dei Medici di Famiglia mantenga il diritto al Pre-Festivo libero anche nel caso di Festività infrasettimanale.
In una settimana come quella che stiamo vivendo, ad esempio, i medici di base non sono più disponibili da mercoledì sera per tutta la settimana. Giovedì=Prefestivo libero, Venerdì=Festivo, Sabato=Prefestivo libero, Domenica=Festivo. Se li chiamavate ieri 5 gennaio la voce automatica vi rimandava alla Guardia Medica.
Ma vi pare possibile?
Calcolate che sotto le feste, e sia Natale che il primo dell’anno
sono capitati di domenica, non hanno lavorato per ben 9 giorni e nel 2017, salvo errori,essendoci molti ponti, non lavoreranno per ben 12 giorni tra festivi e prefestivi.
Sempre poi se non fanno corsi di aggiornamento! In uno studio medico dove ci sono 4 o 5 Medici non potrebbero organizzarsi per fare i turni come tutti i lavoratori? No, stanno insieme solo per condividere le spese, ma non le responsabilità di un’assistenza continuativa, anche solo per fare ricette. Il peso di tutto questo viene infine scaricato sull’Ospedale e in particolare sul Pronto Soccorso, dove gli operatori lavorano in grande affanno per mille motivi, primo fra tutti la mancanza di personale

Possibile che questo non sia considerato un problema per l’assistenza pubblica?