FESTEGGIARE SI, MA CON BUONSENSO!!!!

giochi pirotecniciL’Impegno di Cittadinanzattiva in questi anni per prevenire incidenti, a volte con morti e feriti, la notte di S. Silvestro, a causa di quella insana e idiota abitudine di sparare pericolosamente a mezzanotte, ha portato risultati positivi; infatti già l’anno scorso si sono registrati meno feriti 509, rispetto all’anno precedente dove c’era stato anche un morto, nettamente migliorata la situazione in umbria con una decina di feriti. Quindi crediamo valga la pena ribadire le raccomandazioni di sempre per evitare gravi  danni soprattutto ai bambini.

Festeggiare sì, ma sempre con buon senso.  Questa è la lista delle precauzioni da osservare durante il periodo di Capodanno, per ciò che riguarda l’utilizzo dei fuochi d’artificio:

 “Il sottovalutare la pericolosità di anche un semplice gioco pirotecnico , l’uso improprio, la modifica o peggio lo sparo di artifizi artigianali non approvati, può provocare lesioni, anche gravi, o innescare incendi”.
 “Pur consigliando a priori di evitare questo tipo di festeggiamenti – sottolinea Cittadinanzattiva  si ritiene utile suggerire alcune precauzioni a coloro che non possono fare a meno dei ‘botti’ per festeggiare adeguatamente la fine dell’anno al fine di evitare che una festa si trasformi in un dramma”.
 “Innaniztutto, mai sottovalutare la pericolosità di un artifizio; anche il semplice giocattolo pirotecnico, se usato in modo non corretto, può diventare una minaccia”.
 “Acquistare solamente prodotti autorizzati dal Ministero dell’Interno (riconoscibili da un’etichetta che riporta gli estremi dell’autorizzazione, le istruzioni d’uso e l’identificazione del fabbricante), servendosi da commercianti professionisti, evitando bancarelle o venditori improvvisati”.
 “Maneggiare e trasportare i prodotti pirotecnici con cautela”.
 “Seguire scrupolosamente le istruzioni d’uso riportate sulle confezioni”.
 “Non fare mai maneggiare i fuochi ai bambini”.
 “Accendere ‘fuochi’ solo all’aperto, senza mai puntarli verso persone, animali finestre o materiali combustibili, rispettando le distanze di sicurezza prescritte sulla confezione”.
 “Proteggere gli occhi, durante l’accensione potrebbero svilupparsi scintille o avvenire scoppi inattesi”.
 “Attenzione agli abiti; alcune fibre sintetiche, quali il pile, sono estremamente infiammabili e basta una scintilla per innescare le fiamme”.
 “Mai avvicinarsi, raccogliere o tentare di riaccendere, un artificio pirotecnico inesploso, potrebbe innescarsi anche a distanza di tempo o esplodere in modo anomalo e pericoloso”.consapevoli dei rischi che si corrono. Per accendere queste feste non servono gli effetti spettacolari dei giochi proibiti”.

Pierpaolo Marconi, vice segretario regionale di Cittadinanzattiva dell’Umbria