AUDIT CIVICO UMBRIA. NON CI INTERESSANO LE CLASSIFICHE, CI INTERESSANO I MIGLIORAMENTI

DSCI0002Con questa frase, pronunciata da Anna Rita Cosso, segretaria regionale di Cittadinanzattiva, si è aperta  la mattinata di presentazione dei dati dell’AUDIT CIVICO nell’ Azienda ospedaliera di Terni e nella ASL 4. Le due aziende, uscite dalla valutazione civica  con risultati più bassi delle altre aziende sanitarie e ospedaliere dell’Umbria, realizzata nel 2010,  hanno però messo in atto negli utimi mesi tutta una serie di azioni di miglioramento proprio a partire dalle criticità segnalate dall’AUDIT.  Come ha detto  Imolo Fiaschini, responsabile del rischio clinico all’ospedale di Terni: “Già durante le interviste degli auditor, ci siamo resi conto  che dovevamo inserire tra gli obiettivi di bilancio le criticità che via via emergevano. E dalla seconda metà del 2010 abbiamo messo in piedi una strategia per il miglioramento sul tema del rischio clinico”. Giovanna Santarelli, responsabile dell’URP di Terni, ha messo in evidenza il valore umano della collaborazione che si è instaurata tra cittadini e operatori sanitari durante la realizzazione dell’audit civico.  Gianni Giovannini dir. gen ospedale di Terni  ha evidenziato come  Terni non avesse mai avto, fino a quest’anno, fondi per gli investimenti, a differenza di altre parti dell’Umbria. E ha anche segnalato  che la spesa  corrente dell’ospedale di Perugia è due volte quella di Terni, a fronte di un volume di attività che è superiore solo di una volta e mezzo. Anche gli interventi di Margarete Tockner, Nicola Proto, Monica Isidori della ASL 4 hanno messo in luce le azioni correttive realizzate nell’ultimo anno: ad esempio, oggi sul sito web il cittadino può trovare  i tempi di attesa; è partito un progetto di mediazione culturale;  si sta lavorando sulla gestione del dolore, si sta rivedendo il consenso informato, sono stati modificati gli orari dei pasti, sono stati ampliati gli orari di visita per i parenti; a Narni sono stati predisposti moduli informativi e soprattutto è stato creato un ufficio informazioni per i cittadini. Vincenzo Panella dir. gen ASL 4, ha detto che il giudizio dell’AUDIT CIVICO coincide con quello dato da  lui stesso sulla ASL 4 appena arrivato a dirigerla. Alcune cose erano palesi, come le lacune del sito web che proprio per questo è stato completamente rinnovato. Ma  francamente non crede che  in altre parti dell’Umbria, conoscendole, le cose vadano tanto meglio.

L’anno prossimo, con il nuovo monitoraggio dell’audit civico sulle criticità riscontrate nel 2010, verificheremo  quanto le situazioni siano effettivamente migliorate.