A Passignano (PG) sgravi sulla tassa dei rifiuti in cambio di piccoli lavori di manutenzione : primi effetti positivi dell’ art. 24 del Decreto SBLOCCA ITALIA proposto da Cittadinanzattiva

680px-Passignano_2UN APPLAUSO AL COMUNE DI PASSIGNANO – PRIMI PASSI VERSO LA GESTIONE CONDIVISA DEI BENI COMUNI- Piccoli lavori di manutenzione di aree, edifici e strade comunali potranno essere eseguiti da cittadini in cambio di una riduzione della tassa sui rifiuti che potrà giungere fino all’esenzione. E’ quanto prevede il regolamento di cittadinanza attiva predisposto e approvato dal Comune di Passignano in base a quanto previsto dal decreto “sblocca Italia”.

A dare l’annuncio della decisione è l’assessore municipale al Bilancio Annalisa Maccarelli. “Abbiamo voluto cogliere immediatamente la possibilità offerta dal decreto per sperimentare questa nuova iniziativa – afferma -. Le attività possibili, a titolo esemplificativo, potranno consistere in manutenzione e pulizia delle aree verdi, pulizia dei cigli delle strade, sentieri ed altre pertinenze di proprietà o di competenza comunale, lavori di piccola manutenzione ordinaria degli edifici, con particolare riferimento ad edifici scolastici e impianti sportivi, manutenzione delle aree giochi per i bambini”.

Il progetto, spiega sempre l’assessore, ha natura sperimentale: dodici i posti a disposizione per quest’anno.

“Potranno partecipare i maggiorenni residenti nel Comune che abbiano adempiuto regolarmente agli obblighi tributari, e la domanda potrà essere presentata da uno qualsiasi dei membri del nucleo familiare, non necessariamente dall’intestatario della bolletta.

Va precisato che verrà riconosciuta la preferenza ai cittadini iscritti ad un’associazione con sede nel territorio del Comune. In questo caso la domanda, oltre che dal singolo, dovrà essere avanzata anche a nome dell’associazione”. Tutta la documentazione necessaria per la richiesta di adesione all’iniziativa è già stata pubblicata sull’Albo pretorio comunale, sul sito e sulla pagina facebook dell’ente.

La domanda dovrà essere presentata entro il 31 gennaio all’Ufficio tecnico comunale, che fornirà informazioni e aiuto per la compilazione dei documenti.

“Ci auguriamo – dice l’assessore Maccarelli – che i risultati dell’iniziativa siano molteplici. Vorremmo avere un territorio sempre più curato, ma anche sgravare almeno in parte le famiglie dal carico fiscale e rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, invero già molto radicato nel nostro paese”.