Allarme sicurezza a Città di Castello

Cittadini sempre più in preda a senso di angoscia e sconforto di fronte al ripetersi (ormai quotidiano) di atti criminosi, in particolare a danno delle donne.

Negli ultimi due anni ci sono stati ben dodici casi di stupri, tentati e/o perpetrati, le rapine sono ormai quotidiane e i furti nelle abitazioni avvengono a raffica; è evidente a tutti che ci troviamo di fronte ad una emergenza sicurezza.

Cittadinanzattiva, attenta alle problematiche inerenti la vita dei cittadini, vuole dare voce alla indignazione di tutti perciò che sta accadendo e nel chiedere di profondere il massimo sforzo a tutte le Istituzione preposte a garantire la sicurezza, avanza delle proposte concrete per cercare di circoscrivere e contrastare il dilagare della criminalità, alimentata anche dall’afflusso incontrollato di emigranti stranieri.

PROPOSTE: 1) utilizzo della polizia municipale per controlli mirati sul fenomeno droga e alcool (sempre più dilagante) attuando specifici corsi di formazione mirati allo scopo e indirizzati soprattutto ai nuovi assunti e da assumere in quantità sufficiente per le nuove emergenze – liberare da compiti amministrativi tutti i vigili da destinare invece ai controlli di routine sul traffico, sosta ecc…sostituendone le funzioni improprie con dipendenti amministrativi;

2) predisposizione di un “PROGETTO-SICUREZZA PER C.CASTELLO” basato principalmente su due direttrici : attivazione di un sistema di sorveglianza nei punti nevralgici della città (Telecamere) – concertazione dell’attività di controllo capillare fra tutte le forze dell’ordine preposte e da preporre ai fini della sicurezza e ciò avvalendosi anche di finanziamenti ministeriali previsti all’uopo.

CITTADINANZATTIVA e i cittadini tutti intendono sensibilizzare le Istituzioni – le forze politiche – le forze dell’ordine – su quanto sta succedendo, volendo con ciò stimolare un dibattito serrato ed urgente che sfoci poi in atti concreti tesi al ripristino della legalità e la tranquillità perduta.

Il Coordinatore   Alto Tevere     Mario Baglioni

Il Resp. Sezione C. Castello   Giancarlo Minelli