AUDIT CIVICO : I CITTADINI DISCUTONO I PIANI LOCALI

18 Marzo 2010 00518 Marzo 2010 013 di Bénédicte Rossetti, referente civico ASL 2 Perugia
Incontro del gruppo civico locale  locale della ASL 2 relativo al progetto regionale Audit Civico
tenutosi presso la sede di Cittadinanzattiva PG –Via Campo di Marte 8/M
il 18/03/2010 dalle ore 14-30 alle ore 16-30

L’ordine del giorno era il seguente:
1) Definire una versione condivisa del piano locale da trasmettere ai referenti aziendali.
2) Sottoporre all’attenzione dei cittadini la lettera d’incarico
3) Conoscerci e capire le disponibilità di ogni cittadino in modo da cominciare ad organizzarci per le
prossime tappe del progetto.
E’ seguita la discussione:18 Marzo 2010 007
Abbiamo condiviso il piano locale  approfondendo, in rapporto alle
strutture sanitarie della ASL 2, le strutture scelte, il loro numero così come il perché della scelta (gli
indicatori considerati): prossimo accorpamento di due ospedali in uno; la consistenza e l’affluenza delle
strutture, indicatori geografici e di standard nazionali forniti da Cittadinanzattiva nazionale.
Le osservazioni emerse dai cittadini hanno riguardato:

– la consistenza delle strutture sanitarie da monitorare

– la scelta o meno di strutture da monitorare con episodi eventuali  di malasanità.

– i limiti  dei questionari e delle griglie di osservazione.
– possibilità di confrontarsi nel gruppo locale su problematiche sanitarie riscontrate durante o fuori il monitoraggio.
– aspetti organizzativi
Ogni cittadino si è presentato, mettendo in evidenza il suo bagaglio culturale e professionale – anche
relativo alla sanità – e dimostrando la sua motivazione a partecipare all’Audit civico. In particolare:
E. C. esperienza professionale col CESVOL di rete di associazioni di volontariato in
relazione al campo della sanità;
S. G.  lavora nel servizio economia e finanza dell’Assessorato alla sanità della Regione Umbria. E’
interessato all’altro lato della sanità, quella della qualità e del punto di vista degli utenti;
L. G. in pensione ha avuto esperienze di formazione e di volontariato nel campo della sanita’
(reparto oncologica e terapie del dolore/palliative);
P. R.  in pensione ha avuto un’esperienza professionale legata alla responsabilità sociale delle
imprese, esperto di valutazione e audit;
G. P. veterinario in pensione, ex direttore di una struttura sanitaria nelle Marche.18 Marzo 2010 008
Hanno tutti dimostrato una forte motivazione a partecipare all’Audit civico sia per “essere utile” che per
“migliorare alcuni aspetti della sanità” come ad esempio “tutto l’ambito sanitario relativo alla
prevenzione” .
Inoltre, ogni cittadino ha potuto indicare i giorni i gli orari della propria disponibilità .
Perugia,   18 Marzo 2010