Convivere col terremoto Presentazione rivista “Passaggi. L’Umbria nel futuro” Spoleto, Rocca Albornoziana – 28 giugno ore 17:30

Il 28 giugno  alle ore 17:30 presso la Rocca albornoziana di Spoleto verrà presentato il numero n. 4 (1/2017) della rivista “Passaggi”, Morlacchi Editore. L’iniziava è stata resa possibile dalla gentile collaborazione del museo Nazionale del Ducato di Spoleto. Parteciperanno alla presentazione:

Antonio Bartolini (Assessore alle Riforme e all’Istruzione, Regione Umbria), Caterina Bon Valsassina (Direttore generale per l’Archeologia, le Belle Arti e il Paesaggio del Mibact), Anna Rita Cosso (Vicepresidente nazionale Cittadinanzattiva), Roberto Segatori (Ordinario, Università degli Studi di Perugia), coordinerà Gabriella Mecucci (Direttore Rivista “Passaggi”).

 

La rivista contiene un bilancio critico degli interventi sin qui svolti, analisi storico-geologiche e numerosi saggi sulla ricostruzione futura, in particolare interviste al Commissario Vasco Errani e  a Stefano Boeri, “Consigliere per la ricostruzione”.  L’insieme dei contributi indica chiaramente la prospettiva alla quale occorre lavorare, e cioè:  la capacità di convivere con il terremoto, visto che la zona appenninica del centro Italia è ad alto rischio sismico.

ANCARANO, NOI CI SIAMO

Sabato 17 giugno 2017 abbiamo consegnato alla bella comunità di Ancarano di Norcia due congelatori acquistati con la raccolta fondi di Cittadinanzattiva per  l’emergenza sismica.

Nella foto i responsabili della Pro Loco di Ancarano

RIGENERAZIONE URBANA E PARTECIPAZIONE COME OCCASIONI DI SVILUPPO LOCALE SOSTENIBILE Modelli, esperienze e case study mercoledì 14 giugno 2017 Sala Conferenze, al I piano di Palazzo Mauri, Spoleto

L’Amministrazione comunale di Spoleto, in collaborazione con Cittadinanzattiva onlus ed altre Associazioni locali, sta avviando un percorso partecipativo di co-progettazione nell’ambito della rigenerazione e riutilizzo di spazi e beni pubblici ed anche privati, per incentivare e sviluppare forme innovative anche per il settore manifatturiero, quindi artigianale e digitale, creativo e culturale, ecc., nel contesto della rivitalizzazione del centro storico e del rilancio socio-economico della città e del comune.

 

L’attuale contesto nazionale vede emergere, infatti, una diversità di prassi di intervento e forme di collaborazione tra cittadini, organizzazioni, imprese, professionisti e amministrazioni locali, volte alla realizzazione di azioni di rigenerazione, riuso, rivitalizzazione di spazi e beni inutilizzati, sotto-utilizzati, abbandonati, con finalità di utilità sociale e con funzione di benefici per la collettività e le comunità locali. Sono attività dove, ad es. l’idea, la passione, l’impegno civico ed il mettersi in gioco delle persone è una dimensione importante, a volte anche prevalente rispetto al capitale investito. Competenze, partecipazione, capacità di progettazione, di “fare comunità”, innovazione sociale e culturale, comunicazione, fundraising, audience development, sono alcune delle dimensioni chiave che caratterizzano il valore aggiunto di queste trasformazioni, tant’è che si parla di “impatto socio economico”, di “fertilizzazione”, di utilità sociale e culturale di questi progetti, di nuovo welfare di comunità. In tali contesti si sviluppano anche forme di neomanifatturiero urbano o artigianato digitale, di economia circolare e solidale.

 

Il percorso che si intende sviluppare a Spoleto, prevederà vari step, il primo dei quali è un confronto con chi ha già avviato e sta animando percorsi analoghi e può dare contributi significativi ed orientamenti circa i processi e gli approcci da attivare, anche in considerazione dei non pochi problemi legati a procedure di concessione, affidamenti e modalità di collaborazione che un Ente pubblico deve necessariamente deliberare, ma soprattutto favorire nella logica della sussidiarietà circolare prevista dall’art. 118 u.c. della Costituzione Italiana.

 

———————————————

 

A riguardo si invia in allegato il programma del seminario organizzato per mercoledì 14 giugno p.v.

Nel corso della giornata sono previste due sessioni: quella della mattina (ore 10.00-13.30) aperta a tutti e quella del pomeriggio (14.30-17.30) riservata ai dipendenti del Comune di Spoleto.

La S.V. è invitata a partecipare

2 allegati

PROCESSO “QUARTO PASSO”

All’udienza del 5 giugno il Tribunale Collegiale di Perugia ha rigettato l’istanza di trasferire l’istruttoria dibattimentale a Catanzaro: il processo “Quarto Passo” sulle presunte infiltrazioni della ‘ndrangheta in Umbria si terrà a Perugia.Il processo contro 57 persone accusate a vario titolo di reati che vanno dall’associazione per delinquere all’estorsione, dall’usura alla bancarotta fraudolenta riprenderà il 3 luglio con l’ammissione delle prove.

Cittadinanzattiva si è costituita Parte Civile.
Avv. Silvia Barontini

Partecipare per rigenerare. La sfida per la ricostruzione di una nuova Italia centrale

01/06/2017 – La sfida per la ricostruzione di una nuova Italia centrale. Questo il focus della riunione del Comitato Scientifico della Fondazione Symbola in collaborazione con Legambiente e Cittadinanzattiva nell’ ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2017 svoltosi presso la Facoltà di Economia dell’ Università Politecnica delle Marche.Partecipare per rigenerare. La sfida per la ricostruzione in Italia centrale (per la costruzione di una nuova Italia centrale). Questo il focus della riunione del Comitato Scientifico della Fondazione Symbola in collaborazione con Legambiente e Cittadinanzattiva nell’ ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2017 svoltosi oggi, giovedì 1 giugno, presso la Facoltà di Economia dell’ Università Politecnica delle Marche. Perché la sfida della ricostruzione in Italia centrale può essere vinta solo se la politica, le istituzioni, le forze sociali ed economiche saranno capaci di immaginare e costruire un progetto di rigenerazione territoriale.Il Rettore Sauro Longhi nei saluti introduttivi ha sottolineato il ruolo della persona: “Occorre pensare a una politica per le persone nei luoghi. La conoscenza è nei luoghi, l’ innovazione è sempre prodotta dalla conoscenza, pertanto la contaminazione, il confronto di altre culture e di altri luoghi può portare a soluzioni veramente innovative. Bisogna incentivare questi meccanismi, aiutarli, anche con politiche nazionali ed europee, che vedono in questi territori delle “specializzazioni intelligenti”, specializzazione data dalla conoscenza che in questi luoghi si consolida e si diffonde (fatta di equilibrio ambientale, di produzioni agroalimentari di qualità, di una qualità della vita che può attrarre persone, talenti, da altri luoghi, per continuare ad alimentare la conoscenza nei luoghi). Le persone continuano a costituire la maggiore risorsa dei luoghi”.Marco Frey Presidente Comitato scientifico Symbola e Presidente di Cittadinanzattiva: “il tema centrale è la rigenerazione in questi territori colpiti dal sisma e la capacità di avere una visione del futuro. C’ è l’ esigenza che i cittadini siano parte attiva di questi percorsi di rigenerazione e la logica è mettere insieme studiosi ed esperti con le persone che vivono e conoscono il territorio e le sue esigenze”. Vanessa Pallucchi Segreteria nazionale di Legambiente: “Rigenerare è la parola d’ ordine per guardare al futuro di questi territori, capitalizzare il plus valore che essi possiedono in qualità ambientale e sociale, ridefinendo il protagonismo delle comunità che dovranno arricchirsi anche di nuovi abitanti che trovano attrattivo vivere in queste aree.”Fabio Renzi Segretario generale Fondazione Symbola: “Partecipare per rigenerare è una sfida e una metafora, un banco di prova concreto. Ci dobbiamo ispirare più che al “dov’ era com’ era” ma al “dov’ era come sarà”. Dobbiamo assolutamente pensare ad un Appennino futuro e fare un salto nella contemporaneità pensando servizi territoriali nuovi che abbiamo il digitale, banda larga non solo per la comunicazione ma anche per la produzione, artigianato digitale per i centri storici, agricoltura nel segno della qualità. C’ è una contemporaneità amica del futuro dei territori e per questo c’ è bisogno della partecipazione. Ci si deve misurare con le ansie, i desideri e le richieste delle popolazioni locali, presenti e quelle che verranno”.

Mercoledì 24 maggio alle ore 17,00 si è tenuta alla Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato – Spoleto, la presentazione del volume ‘Un patrimonio italiano. Beni culturali, paesaggio e cittadini’ di Giuliano Volpe. Ne hanno parlato con l’Autore, Marco Pierini, Direttore del polo Museale dell’Umbria, Rosaria Mencarelli, Direttore della Rocca Albornoz – Museo nazionale del Ducato e Alfonso Raus, esperto di processi partecipativi in Cittadinanzattiva. #libri #arte #patrimonio #beniculturali #mibac

“LAGO TRASIMENO – IL PESCE DI CASA NOSTRA”

https://www.facebook.com/ornella.ciani/videos/vb.100001961857284/1516653708410010/?type=2&theater

Venerdì, 19 maggio 2017, si è svolta l’iniziativa pubblica di rendicontazione dell’attività svolta nel progetto “Alimentazione sostenibile” realizzato a cura di Cittadinanzattiva Umbria, nell’anno scolastico 2016/2017 presso l’istituto d’istruzione superiore “Giordano Bruno di Perugia nell’ambito del Progetto generale di intervento della Regione Umbria, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico – Ripartizione 2015 –
Si pubblica uno dei video realizzati dalle studentesse
e dagli studenti nel corso delle attività progettuali che prende spunto dall’incontro fatto il 29 marzo 2017, avente per oggetto “Lotta allo spreco del cibo e politiche alimentari locali”, tenuto da Ornella Ciani esperta in consumierismo, con la collaborazione di Raffaella Franceschini, consulente cooperativa pescatori lago Trasimeno e Sandro Ciani, tecnico agrario specializzato nelle coltivazioni biologiche.
Il video reca il titolo “LAGO TRASIMENO – IL PESCE DI CASA NOSTRA”

“Evito le dipendenze – Non mi gioco il mio futuro – “

Oggi, 16 Maggio 2017 all’istituto scolastico “Giordano Bruno” di Perugia, Cittadinanzattiva Umbria ha realizzato l’iniziativa “Evito le dipendenze – Non mi gioco il mio futuro – “, attuata nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015. La dottoressa Giulia Radi – psicologa – gentile, simpatica, disponibile, attenta alle numerose domande poste dalle studentesse e dagli studenti presenti in aula, ha spiegato con grande professionalità e chiarezza il programma previsto. Cittadinanzattiva ringrazia il tutor del progetto della scuola, prof. Giuseppe Antonelli, per aver preparato, ad un ascolto attento e disponibile gli allievi e le allieve della classe coinvolta nell’iniziativa. Nel corso dell’evento è stata distribuita una guida sui rischi del gioco d’azzardo.