I Post di Serafina – n. 1 del 25 settembre 2014 (il debutto)

serafinaSarà che sono un’asina, ma certe cose non le capisco proprio…

A proposito di rifiuti, non capisco come mai una società come la VUS che gestisce interamente l’ATI 3 (società a TOTALE CAPITALE PUBBLICO!)  abbia raggiunto nel 2013 appena il 40,6 % di raccolta differenziata (dati certificati ARPA) a fronte del 56,8 % dell’ATI 2, dato già di per sé distante dall’obiettivo del 65 % stabilito sia dalla norma nazionale che dal Piano regionale rifiuti.

Peggio dell’ATI 3 fa solo l’ATI 4  con il 39,2 %, che però almeno una giustificazione ce l’ha: i gestori che operano nel settore rifiuti lì sono 6!!!! (ASM, SAO, ASIT, IPIC, COOP TECNOSERVICE, SIENA AMBIENTE). Già solo per mettersi d’accordo  abbassano la media…

Un altro mistero che non riesco proprio a capire (ma si sa, io sono un’asina) è la produzione di rifiuti pro capite: Spoleto è una città che vive una drammatica crisi economica che colpisce forte nel settore industriale e commerciale, ma su una cosa è prima: la produzione di rifiuti pro capite. Se ne producono 47 kg/ab in più della media regionale. Ma di che? I conti proprio non tornano…

Eclatante però su tutti è il caso di Terni: nel 2013 la raccolta porta a porta ha raggiunto appena il 14 % delle utenze comunali (per fare un confronto, Umbertide è al 100 %, Perugia all’80 %, Foligno al 49 % e Spoleto al 48 %).

Ora va bene che a Terni l’inquinamento è un dato noto, ma  questi numeri danno l’idea davvero dell’autodistruzione. Finché l’ orvietano continuerà ad accettare che gli portino tutta la “monnezza” in discarica  andranno avanti, ma poi?
Niente paura:  ci saranno  dei begli inceneritori ruggenti e pronti a divorare tonnellate di rifiuti. E c’è chi si meraviglia delle uova alla diossina

E poi l’asina sarei io!!!!

SERAFINA

P.S. Questo meraviglioso asinello l’abbiamo fotografato a Campo Imperatore questa estate e l’ abbiamo  scelto come alias, per simpatia.