PIETRE : PER IL DIRITTO ALLA VITA DI SAKINEH (da Mario Tiberi di Orvieto)

SAKINEHCI UNIAMO ALLO SDEGNO DI TANTI E AL GRIDO DELLA COMUNITA’ INTERNAZIONALE A  SOSTEGNO DI SAKINEH, PUBBLICANDO IL TESTO DI MARIO TIBERI DI ORVIETO.

Sono consapevole che le parole poco o nulla possono di fronte alla furia omicida del vivente più feroce che esista al mondo: l’essere umano.
Ma, non per questo, non posso non elevare il mio alto grido di dolore e di vibrante protesta contro l’ennesimo atto di infamia e di barbarie che sta per essere consumato.
Nell’androne del giardino zoologico di Oslo è posizionato un grande specchio su cui ogni visitatore è obbligato a rifrangere la sua immagine. Sotto lo specchio è riportata la seguente didascalia: “All’interno del parco potrai ammirare le bestie più feroci che esistono al mondo, ma sappi che la più feroce di tutte è quella che ti sta davanti”.
Uomini dell’Iran, abbassate la vostra mano e non colpite una Donna del vostro popolo perché a nessuno, non essendo nessuno senza colpe, è consentito di scagliare la prima pietra.
Pregherò per Te Sakineh.  mario tiberi.

Orvieto 7/09/2010
Mario Tiberi