QUORUM ZERO + DEMOCRAZIA UN CONVEGNO A FOLIGNO SABATO 9 GIUGNO ALLE ORE 16,30

Proposta di legge di iniziativa popolare  “quorum zero + democrazia”canon 19-05-12 388

SABATO  9  GIUGNO   ORE 16,30    “ SALA ROSSA “  DI PALAZZO TRINCI

INCONTRO  CON

SERGIO MAZZANTI uno dei promotori nazionali della legge di iniziativa popolare “Quorum zero + Democrazia” –  Per il testo della legge si può consultare il sito http://www.quorumzeropiudemocrazia.it

PROF.  MAURO VOLPI docente di Diritto Costituzionale Università di Perugia

Iniziativa promossa dalle Associazioni:
AlternativaMente – Libera – Cittadinanzattiva – Casa dei Popoli – Libertà e Giustizia -Legambiente – Chiaroscuro.
Siete tutti invitati a partecipare e ad estendere l’invito a tutti.
A destra nella foto il responsabile del TDM di Foligno  Giuseppe Mondi

La partecipazione dei cittadini alle scelte politiche che vengono adottate dai Governi e dagli enti locali  è oggi più che mai un problema cruciale.     Allo stesso modo,  il controllo democratico da essi esercitato nei confronti dei servizi pubblici in senso generale per quanto attiene  alla loro qualità e alla loro gestione trasparente, è una questione altrettanto importante.     L’abitudine a delegare ha contribuito a produrre una estesa corruzione che rappresenta  un costo pesantissimo per l’economia ed il lavoro dei giovani, in particolare.

Trovare quindi strumenti nuovi che possano aiutare a raggiungere questi obiettivi è quanto mai importante; in questo senso l’attuazione piena della nostra Costituzione riteniamo possa dare un importante contributo.

Essa individua nella “democrazia parlamentare”  l’elemento centrale per il governo della Comunità nazionale

stabilendo tutta una serie di elementi di equilibrio che possono concorrere al raggiungimento di questo obiettivo.     La profonda crisi che stiamo vivendo anche sul piano politico, anche per le ragioni già citate in precedenza hanno spinto molte persone sul fronte del disimpegno dalla politica e che si traduce in un alto indice di astensionismo che rappresenta certamente un rischio per la democrazia.

Tuttavia la recente vittoria dei referendum per la difesa dei beni comuni e molti altri segni di reazione alla crisi che stiamo vivendo ci spinge ad aprire un dibattito su questi temi al fine di superare la rassegnazione e riappropriarci del nostro ruolo di cittadini attivi.

Gli strumenti di partecipazione democratica diretta prefigurati nel disegno di iniziativa popolare di cui stiamo discutendo hanno certamente un loro fascino, tuttavia richiedono, per come è stata formulata la legge, la modifica di diversi articoli della Costituzione.     Altra questione importante è che questi strumenti, anche se operativi in altri paesi democratici e che  hanno tuttavia una diversa sensibilità politica rispetto a noi, possono se attuati nel nostro contesto, favorire derive di un certo rischio sul piano democratico e quindi creare più problemi di quanti ne potrebbero risolvere.      In questo senso il contributo del prof. Mauro Volpi, costituzionalista dell’Università di Perugia, può darci un aiuto concreto a decifrare questi elementi, cogliendo le proposte e gli aspetti che possono essere attuati a vantaggio del bene comune e di una migliore qualità della Democrazia e della politica …

Se pensare di introdurre delle modifiche alla Costituzione in direzione di una Democrazia più diretta può rappresentare, per varie ragioni,  un rischio, a livello locale invece può essere fattibile e con vantaggi importanti per i cittadini che si sentono partecipi ed attivi su scelte che riguardano concretamente la propria qualità della vita, su tutti i fronti.         Può essere anche un vantaggio per quelle Amministrazioni locali che vogliono rispettare la  dignità dei cittadini che non possono essere trattai come sudditi … cui spetta il compito di pagare le tasse !

A proposito di tasse … è stato calcolato che oltre il 45% del nostro reddito va in tasse … visto che sono nostri soldi abbiamo il diritto di sapere come si spendono, di denunciare sprechi, corruzione e privilegi : se pagare le tasse è un nostro dovere, è nostro diritto conoscere i bilanci e chiedere ragione  a chi amministra delle scelte  che ci coinvolgono.

Non è una buona ragione questa per impegnarci a partecipare a questo incontro e fare anche ciascuno noi qualcosa nella direzione giusta …

Un grande uomo come Martin L. King diceva  “Ciò che mi preoccupa non sono tanto le grida e la violenza dei prepotenti, ma il silenzio delle persone oneste … “

SABATO  9  GIUGNO   ORE 16,30    “ SALA ROSSA “  DI PALAZZO TRINCI

INCONTRO  CON

SERGIO MAZZANTI uno dei promotori nazionali della legge di iniziativa popolare “Quorum zero + Democrazia” –  Per il testo della legge si può consultare il sito http://www.quorumzeropiudemocrazia.it

PROF.  MAURO VOLPI docente di Diritto Costituzionale Università di Perugia

CITTADINANZATTIVA FOLIGNO