RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI NELL’ATI 3: DEPOSITATO UN ESPOSTO

L’Osservatorio  rifiuti della Valle Umbra Sud  – formato dalle Associazioni Cittadinanzattiva (Spoleto-Foligno), Legambiente(Spoleto-Foligno)  e  dal  Comitato rifiuti Zero Spoleto  – ha depositato il  26 agosto c.a. presso la Procura regionale della Corte dei Conti un esposto per il mancato raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata dei rifiuti dell’ATI3 verso l’appaltatore del servizio (VUS S.P.A.) e per la mancata assunzione da parte degli amministratori di idonei e specifici provvedimenti volti a ricondurre la gestione nell’ambito delle previsioni di legge, chiedendo la verifica di eventuali ipotesi di  illecito con conseguente danno patrimoniale.

Le Associazioni Cittadinanzattiva (Spoleto-Foligno), Legambiente(Spoleto-Foligno)  e il Comitato rifiuti Zero Spoleto ritengono che la Vus ancora oggi, nonostante i proclami e la riapertura della discarica di S. Orsola, rispetto alla quale avevamo espresso la nostra perplessità in mancanza di una raccolta differenziata seria, non stia mettendo in campo tutte le iniziative atte a potenziare la raccolta differenziata porta a porta. La riapertura della discarica, in questa situazione, è solo un palliativo dal lato costi e un’aggravante per i danni ambientali.

 Questo esposto rappresenta un passo importante che fa seguito alle continue denunce avanzate  da anni da parte delle associazioni ambientaliste che paventano la possibilità di ricorrere ad incenerire i rifiuti inquinando l’ambiente e non riutilizzando una risorsa che deriva dal riutilizzo delle materie prime una volta riciclate.

 

OSSERVATORIO  RIFIUTI DELLA VALLE UMBRA SUD