SI E’ SVOLTA ANCHE IN UMBRIA LA V GIORNATA EUROPEA PER I DIRITTI DEL MALATO

V giornata I Cittadini al centro delle Politiche per la Salute

  Si è svolta anche in Umbria, a Terni e a Città di Castello,  la V Giornata per i diritti del Malato, dedicata in particolare al monitoraggio circa il  funzionamento del Pronto Soccorso.

A p.za Europa a Terni  in poche  ore i volontari del Tribunale per i diritti del Malato coordinati da Luigi Tricarico e Floriana Renzini  hanno raccolto centinaia di adesioni di cittadini che hanno condiviso i nostri principi.

Active Citizenship Network (ACN)1, la rete europea di Cittadinanzattiva, assieme ad un gruppo di organizzazioni civiche europee ha stilato nel 2002 la Carta Europea dei Diritti del Malato, che include i seguenti 14 diritti: diritto a misure preventive; all’accesso; all’informazione; al consenso; alla libera scelta; alla privacy e alla confidenzialità; al rispetto del tempo dei pazienti; al rispetto di standard di qualità; alla sicurezza; all’innovazione; a evitare le sofferenze e il dolore non necessari; a un trattamento personalizzato; al reclamo; al risarcimento. Tutti questi diritti, basati sulla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea sono basilari nel rapporto tra cittadini europei e servizi sanitari. Il rafforzamento di questi diritti sarà effettivo solo con la collaborazione e l’impegno di tutti gli stakeholder che si occupano di salute in ogni Paese dell’Unione Europea. E’ per questo indispensabile accrescere la consapevolezza dell’importanza dei diritti dei pazienti e della responsabilità di ognuno nel garantirne il loro rispetto. Crediamo che celebrare la Giornata Europea per i Diritti del Malato ogni anno in tutti i Paesi membri dell’Ue possa contribuire a raggiungere questo obiettivo.

La data di oggi acquista ancora maggior significato nell’anno del trentunesimo anniversario della nascita del Tribunale per i diritti del malato.