PUBBLICHIAMO LA PROPOSTA DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI AL CONSORZIO CESAC PER LA CORRETTA APPLICAZIONE DEL COMMA 461 IN UMBRIA PRESENTATA IERI ALLA REGIONE E ALLE AZIENDE

Le Associazioni dei consumatori aderenti al CESAC presentano la loro proposta politica per dare corretta applicazione al comma 461 della

Leggi tutto

L’IMPATTO DELLA MANOVRA ECONOMICA SULLE FAMIGLIE UMBRE – DOCUMENTO DEL Ce.S.A.C. PRESENTATO IN UNA CONFERENZA STAMPA TENUTA IL 9 GIUGNO 2010 – IN RASSEGNA STAMPA I RESOCONTI DELLA CONFERENZA STAMPA PUBBLICATI DAI GIORNALI LOCALI

LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI: ACU – ADOC – CITTADINANZATTIVA – CONFCONSUMATORI – LEGA CONSUMATORI- MOVIMENTO CONSUMATORI PRESENTANO LE PROPOSTE PER FRONTEGGIARE

Leggi tutto

PUBBLICATI DALLA REGIONE I DATI UFFICIALI RELATIVI ALL’ANDAMENTO DEI PREZZI PER GRANDI AGGREGATI MERCEOLOGICI NEL MESE DI MARZO IN UMBRIA

In specifiche tabelle pubblicate qui sotto riportiamo il trend dell’inflazione in valore assoluto rispetto al 1998 assunto come base 100

Leggi tutto

RECLAMI E RICHIESTA DI RATEIZZAZIONE ALL’ENEL – RIVOLGITI ALLE NOSTRE SEDI DI PERUGIA E SPOLETO PER INFORMAZIONI E COMPILAZIONE MODULO

PER SCARICARE IL MODULO CLICCA QUI SOTTO E ATTENDI IL DOWNLOAD 10.03.03 Modulo_Reclamo_ENEL

Leggi tutto

Dal 1° gennaio 2010 entra in vigore la legge sulla “Class Action” – Pur con differenze significative dagli altri paesi europei anche in Italia si apre un ulteriore spazio per difendere i diritti dei cittadini e dei consumatori – Di seguito breve spiegazione tratta dal Corriere della Sera

Class action: che cos’è?

Le principali caratteristiche della nuova normativa

Da quando è possibile: dal primo gennaio 2010 sarà possibile esercitare l’azione collettiva di classe per il sanare gli illeciti commessi dal 16 agosto 2009 in poi.

In che cosa consiste: l’azione di classe consiste in un’azione collettiva, promossa da uno o più consumatori/utenti, i quali agiscono in proprio oppure dando mandato ad un’associazione di tutela dei diritti dei consumatori. Gli altri consumatori interessati, titolari di una identica pretesa, possono scegliere di aderire all’azione di classe già promossa, senza dover ricorrere al patrocinio dell’avvocato. Resta salva, comunque, la possibilità di agire individualmente per la tutela dei propri diritti. Quest’ultima ipotesi è incompatibile con la scelta di aderire ad una class action.

Leggi tutto